Indice del forum RAFFAELLA CARRA' FOREVER
L'unico forum dedicato alla Stella più luminosa del firmamento
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Miss Italia flop

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Non solo Raffaella
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Giu 26, 2017 10:59 am    Oggetto: Ads

Top
retritone33
Supporter
Supporter


Registrato: 04/05/08 15:47
Messaggi: 989

MessaggioInviato: Mar Set 22, 2015 7:39 pm    Oggetto: Miss Italia flop Rispondi citando

Domenica sera è stato conseguito da Simona Ventura un nuovo record di bassi ascolti; era difficile fare peggio dell'anno scorso....
Top
Profilo Invia messaggio privato
lilianaS
Utente


Registrato: 04/04/07 14:52
Messaggi: 41
Residenza: ostra

MessaggioInviato: Mer Set 23, 2015 8:29 am    Oggetto: Rispondi citando

ben gli stà alla ventura un ,altra capisciona da nienteee Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Toni
Amministratore
Amministratore


Registrato: 12/02/07 20:46
Messaggi: 12213
Residenza: Milano, 13/06/1952

MessaggioInviato: Mer Set 23, 2015 2:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

La neo eletta miss Italia non è propriamente un genio, più che altro la si dovrebbe definire miss mentecatta-

Leggete se vi va questo articlo de "il fatto quotidiano"

Che senso ha prendersela con la neoletta Miss Italia per quella frase considerata una gaffe?

Alice Sabatini è figlia della nostra scuola. Punto.

Alla domanda del giurato Claudio Amendola che le chiedeva in che epoca le sarebbe piaciuto vivere, la ragazza con semplicità, ingenuità ed un evidente imbarazzo ha risposto con il sorriso stampato in viso: “Ehh…nel 42”.

Un attimo dopo ha specificato: “1942 per…”. E’ toccato di nuovo ad Amendola chiedere la motivazione di quella risposta: “Per…per… vedere realmente la Seconda Guerra mondiale visto che i libri parlano pagine pagine, la volevo vivere. Tanto so’ donna perciò il militare non l’avrei fatto e me ne sarei stata a casa”.

Ora facciamoci qualche domanda: perché ad Alice è venuta in mente l’idea della donna che sta a casa? Come mai la giovane miss in quel momento non ha pensato alle 623 donne fucilate e uccise che hanno partecipato alla Resistenza? Può essere che la 18enne di Montalto di Castro non abbia mai sentito parlare di 2750 deportate in Germania nei lager nazisti? Nessuno ha mai parlato ad Alice di Irma Bandiera, torturata e fucilata il 14 agosto 1944 e nemmeno di Maria Assunta Lorenzoni detta Tina, partigiana e crocerossina uccisa da una raffica di mitra? Sì può essere, perché Miss Italia 2015 è figlia della scuola di quest’ultimi anni, di quel sistema d’istruzione preoccupato di finire in fretta e furia i programmi, senza fermarsi davvero sugli eventi della storia. Basta prendere in mano un libro (quelli citati da Alice in quel modo “pagine e pagine”) delle scuole secondarie di primo grado per comprendere quanto sto dicendo. Ne ho in mente uno dove si citava il 2 giugno 1946 ma non il 25 aprile 1945.

Che ne sa Alice della strage di Marzabotto dove i nazisti sterminarono donne e bambini che don Ubaldo Marchioni aveva radunato in chiesa? Probabilmente nessun insegnate della nostra Miss le ha mai parlato di quel luogo. Forse la Sabatini non ha mai potuto metterci piede.

La frase (non è una gaffe) di Alice dovrebbe far suonare un campanello d’allarme anziché un attacco inutile a questa ragazza che ieri sera a “Striscia la notizia” ha dimostrato ancora una volta che c’è una generazione che non sa.

Valerio Staffelli le chiesto qual è un personaggio della storia italiana che ammira particolarmente. Poteva rispondere (per dare una risposta semplice): Garibaldi, Mazzini, Papa Giovanni Paolo II oppure Che Guevara.

E invece Alice ha detto: “Michael Jordan, il più grande giocatore della storia del basket”.

Ma come possiamo prendercela con lei? La “figuraccia” non è solo di Alice ma della scuola italiana, di quegli insegnanti che pensano ancora che basti salire in cattedra per essere dei bravi maestri.

Quando sono arrivato tra i banchi e ho incontrato i miei primi studenti che ora hanno più o meno l’età di Alice, mi sono accorto che la memoria era stata cancellata: “Moro? Chi è maestro? Ah sì, la piazza dove prendo il pulmino”. Impossibile chiedere di Ustica: “E’ in Italia Ustica? Sì ora ricordo: la pista era troppo corta e l’aereo è volato giù”, mi spiegò un ex alunno.

Se chiedete ad un ragazzo di 13-14 anni di ricordare qualche evento della storia del Novecento vi risponderà, com’è capitato a me: “La morte di Steve Jobs, il lancio del primo iPhone, le Torri Gemelle, la presunta morte di Bin Laden”.

Dall’altro canto non posso non ricordare una collega che di fronte al mio fare memoria dei fratelli Cervi mi chiedeva: “Chi sono?”.

Una domanda: a che serve scagliarsi contro Alice?

_________________
Y dame esa dulce muerte
Que sabes darme tù
Top
Profilo Invia messaggio privato
Peter93
Moderatore
Moderatore


Registrato: 01/07/10 10:03
Messaggi: 3017
Residenza: cersosimo

MessaggioInviato: Sab Set 26, 2015 4:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

qua c'è poco da prendersela con l'istruzione!

_________________
peter93
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giovanna
Staff Member
Staff Member


Registrato: 22/11/09 10:13
Messaggi: 2516

MessaggioInviato: Ven Ott 02, 2015 10:58 am    Oggetto: Rispondi citando

"Non bisogna fare di tutta l'erba un fascio" .. e ricordiamo inoltre all'autore del articolo che "Le dita delle mani non son mica tutte uguali" ! ...
Non è colpa mica delle istruzioni , se ci sono questi risultati.
E' che la maggior parte dei ragazzi purtroppo sembrano essere presi da altro. L'offerta c'è da parte dell'istruzione, ora sta all'alunno sfruttarla o meno ....
Top
Profilo Invia messaggio privato
Robi
Super Utente


Registrato: 15/03/09 15:23
Messaggi: 105
Residenza: Brescia

MessaggioInviato: Ven Ott 02, 2015 6:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Forse manca la passione....ai miei tempi ti innamoravi della materia perché il prof o la prof sapevano trasmetterla proprio attraverso la passione che avevano, non c'era internet e si sognava di più e si studiava di più. Oggi si pensa che fare la miss, il calciatore o partecipare al grande fratello sia la risoluzione di tutti i problemi quindi perché studiare tanto guadagni soldi anche se sei stupidino.Ce ne sarebbe da dire......
Top
Profilo Invia messaggio privato
Peter93
Moderatore
Moderatore


Registrato: 01/07/10 10:03
Messaggi: 3017
Residenza: cersosimo

MessaggioInviato: Sab Ott 03, 2015 5:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

dipende molto dalle persone! chi va a miss Italia di sicuro non é una studentessa modello anche se ci sono state varie eccezioni! oggi ci sono anche molti ragazzi che studiano e cercano poi lavoro con una laurea in mano e sappiamo quanto sia difficile oggi!

_________________
peter93
Top
Profilo Invia messaggio privato
Robi
Super Utente


Registrato: 15/03/09 15:23
Messaggi: 105
Residenza: Brescia

MessaggioInviato: Lun Ott 12, 2015 10:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

È vero , a volte si generalizzata troppo. Ed è altrettanto vero che ci sono ragazzi e ragazze che hanno la testa a posto e studiano. Molto Felice
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Non solo Raffaella Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 0.21